Irresponsabile rinviare le assunzioni al prossimo anno, siamo pronti allo sciopero e a tutte le forme di conflitto utili a richiamare l’attenzione sulle necessità della scuola