La domanda per una supplenza, può essere fatta direttamente presso l’ufficio del Provveditorato agli Studi della regione di competenza, oppure collegandosi al sito istituzionale, in cui è possibile scaricare la modulistica o inoltrare direttamente la domanda, attraverso la registrazione con i propri dati personali ed ottenendo un Pin.
Per diventare un supplente, bisogna presentare la domanda per entrare nelle GRADUATORIE, nelle modalità e nei tempi che vengono indicati dal Ministero dell’Istruzione.
Le graduatorie sono di due tipi: provinciale fino ad esaurimento (per le supplenze annuali), e di circolo e d’istituto a cui possono partecipare tutti gli abilitati per supplenze brevi.

  • La prima graduatoria è divisa in tre fasce riservate solo agli abilitati all’insegnamento ed è gestita dalla UST(Ufficio Scolastico Territoriale ossia ex usp o provveditorato).
  • La seconda invece è divisa anch’essa in tre fasce, e la prima comprende gli abilitati inseriti nella graduatoria provinciale, la seconda per gli abilitati che non lo sono e la terza fascia per tutti i canditati che non hanno l’abilitazione.

Se dunque ci siamo laureati da poco tempo e desideriamo iniziare a fare qualche supplenza, dobbiamo presentare la domanda d’iscrizione nella terza fascia, se intendiamo insegnare nelle scuole medie e superiori. L’istanza per le graduatorie d’istituto si possono inoltrare presso le stesse scuole, oppure consultare il sito del Ministero della Pubblica Istruzione e seguirne le indicazioni.